Home Notizie dalle nostre Strutture Bianco, Grigio e Nero… Una emozione infinita

Bianco, Grigio e Nero… Una emozione infinita

27
SHARE

Foto di Kostas Papaioannou

1. Scale

“Via di Donna Olimpia ingresso principale al civico 30. Qui, nel complesso di edilizia fascista con qualche linea déco e una patina che ingentilisce (ingentilirebbe; a Roma l’architettura Novecento non viene tenuta granché), abitavano il Riccetto, il Lenzetta e gli altri, insomma i Ragazzi di vita del romanzo di Pier Paolo Pasolini.”

2. il porto di Patrasso

3. il vecchio orologio

Il vecchio orologio della mensa della fabbrica mineralogica in Lavrion. Ora museo di archeologia industriale. Regione Attica, Atene, Grecia.

Kostas Papaioannou è, come ama definire se stesso, un “artigiano” della fotografia. Fotografa spesso in bianco e nero e quando possibile, sviluppa e stampa da solo i suoi negativi quando li trova. Ogni tanto si affida anche ai pixel digitali impostando già dalla partenza la sua macchina fotografica in modalità monocromatica.

Si perde spesso nella grammatica dei toni chiaroscuri e grigi, ma fortunatamente, rientra nella realtà, dopo aver trascorso un po di tempo nelle faticose ricerche di ciò che sente e vede…

Ama fotografare con la mente e l’anima considerando la preparazione dello scatto fotografico, lo studio attento e faticoso del fotogramma e la rielaborazione in camera oscura dell’immagine scattata, un processo complesso fortemente educativo e riflessivo.

Kostas insiste a pensare che l’immediatezza dei risultati dell’era fotografica digitale, impedisce il piacere della lentezza, rende tutto evidente e nello stesso momento quasi tutto inesistente. Forma egoisti patetici pronti a metterci sempre in posa senza sapere perché… Come dire, invece di essere l’immagine e il suo contenuto l’attimo fuggente, spesso è il mezzo stesso della sua realizzazione l’elemento che realmente sfugge. Essendo ormai superato dalla tecnologia, Kostas si rassegna spesso, cercando di riaffermare il suo legame con la fotografia e l’immagine latente negli odori degli acidi della sua camera oscura che ancora lo sopportano stoicamente…

Chi vuole soffermarsi per un attimo di fronte a qualche scatto del nostro, in via di estinzione, “artigiano” della fotografia può visitare la mostra Sogno quindi Sono 2.0 in corso a Roma Room Hotel

Kostas è anche un giornalista. Ha allestito una camera oscura professionale per le immagini in bianco e nero e collaborato con la fototeca dell’Istituto Archeologico Germanico. Si occupa anche di fotografia editoriale.

sito web http://kphotography.online

SHARE
Previous articleVATICANO IN TRENO: MUSEI, GIARDINI E VILLE PONTIFICIE
Next articleMuseo Nazionale di Castel Sant’Angelo
ArtHotelsRome
Vivere una vacanza nell’arte, raffinata ed elegante fatta di cultura immergendosi in un suggestivo scenario. Alle nostre strutture potrete vivere un soggiorno nell’arte e nella creatività e dormire in una camera d’autore. Le nostre strutture vi accoglieranno avvolgendovi, in un’atmosfera intima e rilassante in compagnia con le opere d’arte esposte nei luoghi comuni. I nostri alberghi non sono un passivo contenitore, perché le immagini sono disposte in un senso che è dettato dagli spazi a disposizione. E’ il luogo a parlare con le opere, che vivono tra le sue mura. Ci ricorda che è lì, lui stesso è un’opera d’arte. Un ambiente pieno di charme e suggestione dove distendere anima e corpo.